Italiano English
Terra Incognita > Terra Incognita > Come la pensiamo > Didattica di N.N.S.

Didattica di N.N.S.

Terra Incognita Centro Didattico per le Scienze Didattica di N.N.S.

fila di ombre

N.N.S. sta per Neophilis (attrazione-curiosità), Neophobis (repulsione-timore) e Sophia (verità-conoscenza). Qual è il senso di questo?
Lo sviluppo di una persona può essere paragonato allo sviluppo del genere umano. Desmond Morris, noto antropologo, sostiene nel suo famoso libro "La scimmia nuda" (cioè l'uomo che è senza peli e quindi nudo), che il genere umano si è sviluppato fra due opposti sentimenti: il timore e la curiosità. Il timore serve a prevenire i rischi dell'ambiente e induce a stare attenti, particolarmente utile nella savana dei primordi, quando il non aver timore di un leone poteva costare molto caro. La curiosità serve a conoscere l'ambiente e adattarvisi. Questo, per i nostri antenati scimmia era indispensabile, per osservare lo stesso leone e capire quando aveva fame o no. Viceversa si può dire che provare solo curiosità senza timori può essere dannoso, perché fa tendere all'incoscienza. Si può anche dire che avere solo timore senza curiosità può essere dannoso, perché provoca fobie. L'equilibrio di queste due opposte tendenze ha creato nell'uomo il progresso. Similmente, questo equilibrio in una persona può creare una sana crescita individuale. Viene da chiedersi allora: se una persona non ha occasione di soddisfare le curiosità cosa le rimane?
Questo equilibrio dà origine a una verità singolare, riferita cioè alla singola persona. Tutto ciò è indispensabile per poter dire "io sono". La condivisione con gli altri e il confronto delle proprie verità singolari può creare una conoscenza comune, che è base indispensabile per una società che vuole essere dinamica e fertile. L'espressione per eccellenza di queste dinamiche è la scienza, che altro non è che un confronto di verità singolari messe a disposizione di una comunità pronta a elaborare e "digerire" ogni contributo singolare. La conoscenza scientifica è il risultato dell'eliminazione degli errori delle verità singolari tramite il confronto delle idee, delle teorie, delle proposte...
Né Galileo né Darwin avevano completamente ragione su tutto, né spiegavano tutto con le loro argomentazioni ma sono stati comunque dei giganti. Altri dopo di loro hanno integrato le loro teorie, tendendo a conoscenze sempre più oggettive. Questa è la scienza, questo è il progresso scientifico. I migliori contributi al sapere comune derivano comunque da persone che hanno in qualche modo mantenuto le caratteristiche caratteriali più ancestrali, quindi anche fanciullesche, ovvero la curiosità e il timore. Certi scienziati sembrano strani, proprio perché a volte sembrano infantili, quando ad esempio raccontano qualcosa dei loro studi. Essi riescono a trasmettere l'entusiasmo della loro curiosità, perché ce l'hanno. Trasmettono anche l'inquietudine dei loro timori, perché ce li hanno. A volte si incontrano anche docenti che, se non premi Nobel, sono comunque capaci di "contagiare" gli studenti e li invogliano e li incoraggiano nei loro percorsi formativi. Queste persone sono indispensabili nella società perché posseggono un fuoco sacro, quello dato dal giusto equilibrio di due contrapposte forze, quella Neofilica e quella Neofobica.
Il genere Homo è un animale strano, è estremamente individualista e, allo stesso tempo, estremamente sociale, ha paure e ha curiosità. Le differenze danno sviluppo ed Evoluzione se sono in equilibrio, se invece prevale un solo elemento c'è stasi e Involuzione. E' fondamentale riuscire ad armonizzare tutto questo, per non diventare vittime delle nostre qualità naturali... del nostro essere Umani.
Nel mezzo sta la virtù. Noi partiamo da qui.

Alessandro Pappalardo